Rugby Castrogiovanni: «Con Samoa dobbiamo vincere e riscattare i ko»

«Sergio Parisse ci mancherà tantissimo, sia come capitano che come giocatore. Ma chi prenderà il suo posto darà il massimo. E cercheremo di vincere anche per Sergio». Così Martin Castrogiovanni, pilone dell'Italia di rugby, «man of the match» della gloriosa sconfitta del 14 novembre a San Siro contro gli All Blacks, parla della partita di oggi pomeriggio: ad Ascoli Piceno gli azzurri affrontano le Samoa (ore 15, Sky Sport 2 e La7) nell’ultimo dei tre test match autunnali. Dopo le sconfitte contro Nuova Zelanda e Sudafrica, l’Italia di Nick Mallet si trova finalmente davanti un avversario alla sua portata: le Samoa sono appena un posto davanti all’Italia nel rank del rugby mondiale, contro di loro abbiamo sempre perso ma non siamo mai stati travolti.
«E se anche oggi - dice Castrogiovanni al Giornale.it - faremo vedere i progressi messi in campo negli ultimi due incontri, possiamo vincere. Però dobbiamo crederci e volerlo fino alla fine, perché loro vengono da una brutta sconfitta (43 a 5 con la Francia, ndr) e avranno voglia di rifarsi».
Sui buoni pronostici per gli azzurri in vista della partita di oggi, è piombata giovedì come una doccia fredda la notizia del grave infortunio occorso in allenamento al capitano Sergio Parisse, che ha rimediato al rottura dei legamenti crociati del ginocchio. La fascia di capitano oggi andrà a Leonardo Ghiraldini, mentre il posto di Parisse al centro della terza linea verrà rilevato da Alessandro Zanni. È l’ultima sfida ufficiale per l’Italia prima della edizione 2010 del Sei Nazioni, dove la squadra allenata da Nick Mallet dovrà riscattare il «cucchiaio di legno» conquistato nella scorsa edizione, conclusa malinconicamente a zero punti.