Rugby, San Siro sogna gli All Blacks

Proposto il Meazza per il match del prossimo anno contro gli azzurri

Un sogno tutto nero per San Siro. Nero come le maglie degli All Blacks, la squadra di rugby più famosa del mondo, che a novembre dell’anno prossimo passerà per l’Italia nel corso del suo tour europeo. La città dove i neozelandesi affronteranno gli azzurri non è stata ancora scelta. Ma gli organizzatori del tour hanno proposto che sia Milano. E a Milano c’è un solo posto degno di ospitare gli All Blacks: lo stadio Meazza. Quelli di Rcs Sport, la società incaricata dei match della nazionale italiana, hanno già presentato domanda a Consorzio 2000, la società che gestisce San Siro.
Di miti - da Giacinto Facchetti a Vasco Rossi - a San Siro ne sono passati tanti. Ma i «tutti neri» («Vestiamo di nero perché portiamo il lutto» «Per chi?» «Per i nostri avversari») sarebbero una novità assoluta. Il rugby sbarcò una sola volta a San Siro, per un infausto Italia-Romania di parecchi anni fa: altra epoca, quando a vedere la pallaovale andavano in pochi.
Il rugby professionistico di oggi invece è un fenomeno di massa, in grado di gonfiare gli ascolti tv e riempire gli stadi. Anche un bestione come il Meazza? Probabilmente sì. Ci sarebbero i vantaggi (le tribune a ridosso del campo) e gli svantaggi (l’area di meta piccola piccola). Ma il vero rischio è un altro: che si ribellino Inter e Milan, preoccupate dei fossi che scaverebbero nel loro prato i giganti venuti dagli Antipodi.