Il rugby va in meta all’Arena

Il rugby all'Arena, appuntamento possibile nel 2007. L'Amatori Milano, 80 anni di storia e 18 scudetti, è già qualificata per la finale del campionato di B: in caso di promozione accederebbe alla serie A, torneo che precede il Super 10, il top del rugby in Italia, riportando la palla ovale nello storico impianto cittadino. Lunedì sul Giornale, un intervento di Carlo Maria Lomartire aveva sollecitato più attenzione per questo sport. Giovanni Terzi, assessore allo sport di Palazzo Marino, ha risposto ieri offrendo all'Amatori l'opportunità di accasarsi all'Arena: «Milano vuole premiare la squadra concedendo uno dei campi più prestigiosi della città come terreno di gioco. Incontrerò i dirigenti per dar maggiore visibilità a questo sport». Marcello Cuttitta, tecnico Amatori ed ex-giocatore del Milan Rugby che si esibiva all'Arena, pensa già al futuro: «Bene: il Giuriati non regge più l'attività delle tre squadre cittadine di B e delle giovanili. La nostra idea è giocare all'Arena e allenarci a Segrate».
L'idea del Comune è rilanciare lo stadio inaugurato nel 1807, anche serve una formula per far coabitare realtà con esigenze tanto diverse. Resta anche la possibilità di riproporre la Notturna di atletica ma occorre la collaborazione di enti locali e sponsor.