Ruini: costretti a difenderci dal referendum

«Non vogliamo forzare le coscienze» e «esacerbare le contrapposizioni», ma il referendum «non lo abbiamo voluto noi», che non siamo contro nessuno, ma «a favore della vita umana nascente». Il cardinale Camillo Ruini ha concluso il convegno diocesano di Roma dedicato alla famiglia con una netta riaffermazione del diritto della Chiesa a invitare all'astensione ai referendum del 12 giugno. Di fronte a circa 2.000 persone, compresi 400 tra parroci e diaconi e oltre 200 religiosi della diocesi, ha voluto «ringraziare ciascuno di voi per quel che state facendo in rapporto al referendum e alla scelta consapevole del non voto».