«Rumenta Tour», i Buio Pesto chiudono al Mazda

Francesco Gambaro

Se è vero che la prima regola dei Buio Pesto è da sempre «fare un grande casino con i nostri fans», allora domani sera al Mazda Palace (ore 21.00) ci sarà da divertirsi. Musica, cinema, sfilate di moda, premi alla carriera e tanta beneficienza: ecco tutti gli ingrendienti che la rock band genovese servirà al suo pubblico durante il tradizionale concerto di solidarietà, a conclusione del «Rumenta Tour 2005». L'intento è nobile: raccogliere durante la serata i fondi per finanziare il progetto «Ambulanza verde», ossia l'acquisto di un automezzo di soccorso offerto dai Buio Pesto alle pubbliche assistenze che ne mostrano necessità. L'anno scorso con questo sistema un'automedica del 118 venne donata alla Croce Verde di Camogli. «La novità di quest'anno - spiega Massimo Morini, mente e leader del gruppo - è l'ingresso gratuito al concerto grazie ai fondi raccolti dalla lotteria Esprimi un desidEuro e grazie all'assessorato allo Sport del Comune di Genova che ha sostenuto parte delle spese di affitto al Mazda Palace. Chi vorrà, potrà comunque fare un'offerta durante la serata». Che si annuncia, come al solito, scoppiettante. Tanta musica certo, ma non solo: nel cartellone allestito dai Buio Pesto anche l'elezione di una Miss, ovviamente «Miss Pesto», che sarà votata dal pubblico tra le 35 ragazze elette durante le tappe del tour estivo. Il tutto condito dai soliti quintali di ironia, vero marchio di fabbrica del gruppo. Quell'ironia che porterà Morini e compagni a riproporre sul palco della Fiumara il tormentone canoro di Povia («I bambini fanno ooh»), riveduto e corretto in stile Buio Pesto, «Quando una donna te fa ooh». Stessa sorte per tutte le canzoni del Rumenta Tour 2005, che verranno rimaneggiate, improvviste e arrangiate dalla band scatenata. Durante il concerto inizieranno anche le riprese di «Capitan Basilico», il super eroe dei genovesi, la cui comparsa nelle sale cinematografiche è prevista tra un paio d'anni. L'invito rivolto ai fans è sempre il solito: «portate tutti una maglietta con scritte in dialetto ligure». Chi non la possiede, può acquistarla all'ingresso del Mazda Palace. Tutti gli spettatori che parteciperanno alle riprese di Capitan Basilico verranno quindi inseriti nella sigla finale del film. Come era già capitato ai tempi di «Invaxon - alieni in Liguria», la prima fatica cinematografica della rock band genovese. Alla quale verrà consegnato durante la serata il disco d'oro alla carriera per le 50 mila copie vendute in Liguria negli ultimi dieci anni. Dieci anni di rock al pesto.