Ruote salva bebè Approvata la proposta di An

Settantamila euro per le culle salva-bebè. Iniziativa per uno strumento efficace contro il preoccupante fenomeno dell’abbandono dei neonati. Progetto, commenta Paola Frassinetti, già presente a livello europeo che «è estremo soccorso per le mamme che vivono il dramma dell’abbandono del loro neonato». Progetto che, secondo il capogruppo di An in consiglio provinciale, «può evitare morti orribili nei cassonetti dei rifiuti: le culle salva-bebè installate presso ospedali e consultori sono dei luoghi discreti dove lasciare custoditi i neonati non voluti, frutti di gravidanze impossibili». Ma il sì della maggioranza di centrosinistra all’iniziativa promossa da Alleanza nazionale con un emendamento al bilancio si accompagna anche a uno stanziamento di trentamila euro per le «politiche di genere» ovvero per finanziare studi e ricerche sul rapporto donne-lavoro. An registra anche l’okkei all’ordine del giorno di un fondo di cinquecentomila euro di contributi agli oratori e alle scuole medie superiori per attività sportive. An incassa poi la disponibilità dell’amministrazione provinciale a impegnare settantamila euro per la ristrutturazione dello storico mulino dell’abbazia di Chiaravalle, in particolare per il ripristino della macchina del mulino che, spiega Giovanni De Nicola, «diventerebbe così un modello non solo per Milano ma anche per la Lombardia». Modello di energia alternativa all’interno dell’Abbazia.