Rusconi, mito del basket, alla Effe 2000

Colpo grosso nel basket a Genova. La Cambiaso Risso Effe 2000 ha infatti ingaggiato Stefano Rusconi (pivot di 208 centimetri, 115 chili di peso), l’unico vero erede di Dino Meneghin. È un colpo straordinario per Genova e per tutta la Liguria cestistica, reso possibile grazie alla famiglia Fertonani, agli sponsor Cambiaso Risso, Saif Combustibili e Ferrando & Massone, che tutti insieme stanno allestendo una squadra di assoluto valore che punterà decisamente al salto di categoria.
Talento veneto di Bassano del Grappa, ma cestisticamente può essere considerato varesino (iniziò a 14 anni nelle squadre giobanili a Varese, dove esordì giovanissimo in serie A), Rusconi è faro della Nazionale italiana, giudicato per anni il miglior giocatore della serie A, primo italiano nella storia ad avere un contratto con la Nba. Pivot insuperabile a rimbalzo e in difesa, ha diviso la sua ultima stagione in Legadue, tra Castelletto Ticino, che aveva condotto per mano alla promozione nella stagione 2004-2005, e Novara. Ora Rusconi firma per la Cambiaso Risso, per essere ancora protagonista, non il semploice specialista in formazioni malate di esterofilia e sceglie Genova, piazza ambiziosa, per una serio progetto.
Grande leader, difensore e vincente, rappresenta il primo pezzo del mosaico di un’Effe 2000 piena di ambizione. In suo onore c’è chi ha rispolverato le famose parole che Dan Peterson pronunciò su Meneghin: «Dino può dominare una partita anche senza fare un solo punto, senza tentare un tiro. Basta tutto il resto, basta la sua presenza». Stefano Rusconi, una presenza appunto, sul parquet e fuori. La Genova del basket inizia una grande era.