Ruspe al Lido Beach di Ostia: copriva la vista del mare

Sono cominciati ieri mattina i lavori di demolizione dello stabilimento «Lido Beach» a Ostia. La struttura, una delle costruzioni storiche del litorale romano, sarà infatti anche la prima a essere messa a norma con le nuove regole fissate dal piano di riconversione degli stabilimenti di Ostia. Secondo il nuovo piano di utilizzo degli arenili, infatti, gli stabilimenti dovranno garantire il 70 per cento di vista mare, dal fronte stradale, e dovranno utilizzare solo materiali ecocompatibili. Da ieri mattina, quindi, le ruspe hanno cominciato a demolire le prime, delle 500 cabine sopraelevate e in muratura, realizzate durante gli anni 60. «È una giornata storica per il litorale romano», hanno commentato il delegato del sindaco per le politiche del litorale Paolo Orneli, e l’assessore capitolino ai Lavori Pubblici, Giancarlo D’Alessandro, entrambi presenti all’evento. Il proprietario della struttura, Fabrizio Cuoiani, realizzerà ora 200 nuove cabine con materiali ecocompatibili, per un investimento totale di circa 5 milioni di euro. Il finanziamento è stato erogato dalla Banca di Credito Cooperativo, con la quale il comune di Roma aveva già stipulato una convenzione per il finanziamento di mutui a tasso agevolato.