La russa Isinbayeva fa il bis: vince il Laureus Award 2009

Consegnato a Roma il riconoscimento internazionale alla regina dell'asta, già premiata due anni fa. Il premio ricevuto dalle mani di Sir Bobby Charlton, Marcel Desailly e Alberto Tomba

Regina del salto con l'asta, per la seconda volta vince il Laureus Award 2009. La russa Yelena Isinbayeva è stata votata da 46 membri e ha battuto ancora la concorrenza, aggiudicandosi il più prestigioso riconoscimento a livello internazionale, che premia ogni anno i migliori sportivi del mondo. La campionessa primatista del mondo ha infatti già ricevuto il Laureus nel 2007: a consegnarle stavolta la piccola scultura sono stati altri tre campioni dello sport. I calciatori Marcel Desailly e sir Bobby Charlton, e l'ex star dello sci Alberto Tomba, tutti membri della Laureus Accademy, l'associazione organizzatrice della manifestazione.
«Non mi aspettavo di vincere per la seconda volta. Io faccio del mio meglio in ogni competizione e questo premio è il giusto riconoscimento», le parole della Isinbayeva. Poi un pensiero su Sergey Bubka, suo mentore e leggenda del salto con l'asta: «È stato un uomo importante nella mia vita e per la mia formazione. Ha messo a disposizione la sua esperienza e se ora salto così in alto è anche merito suo che mi ha insegnato come migliorarmi». La campionessa russa resta la regina indiscutibile del salto con l'asta nel panorama femminile: nel suo palmares due ori olimpici (2004, 2008), tre medaglie mondiali con 2 ori (2005, 2007) e un bronzo (2003). Campionessa europea nel 2006 e argento nella rassegna continentale del 2002, è la detentrice del record mondiale della specialità, limite in cui si migliora di volta in volta fino al 5,05 stabilito proprio ai Giochi di Pechino e 24° record mondiale personale. La sua superiorità nel mondo dell'atletica è stata riconosciuta nel novembre 2008, quando è stata nominata «Atleta femminile dell'anno» dalla Iaaf (la Federazione Internazionale) per la terza volta.
La Laureus Sport for Good Foundation punta a raccogliere sfide sociali realizzando un programma internazionale di iniziative legate al mondo sportivo. Ad oggi Laureus ha raccolto 20 milioni di euro per l'attuazione di progetti che hanno coinvolto oltre un milione di giovani.