La Russa l’ha spuntata: via la foto col falso boss dal libro «Bande nere»

Vittoria su tutta la linea del ministro della Difesa Ignazio La Russa, a proposito del falso scoop di Repubblica che qualche giorno fa ha pubblicato una sua foto in compagnia di un uomo definito come vicino a una famiglia della ’ndrangheta mentre in realtà era un carabiniere. Il libro «Bande nere» di Paolo Berizzi, che conteneva la fotografia in questione, sarà ritirato dalla Bompiani e ristampato con la correzione dell’errore. Ad annunciare il dietro-front lo stesso ministro La Russa, che ha reso noto che è stata Elisabetta Sgarbi, direttore editoriale della casa editrice, a comunicargli la decisione. «Ho deciso di non procedere né in via penale né in via civile – ha detto La Russa –, la signora Sgarbi mi ha annunciato il ritiro del libro e la sua ristampa senza errori». Era stato lo stesso La Russa, mercoledì scorso, a sbugiardare il falso scoop, chiamando in viva voce, davanti ai cronisti, il carabiniere in servizio a Milano con cui era ritratto.