«Russi ricattate con il gas», «Americani lupi»

Ecco le principali tappe di sei anni di relazioni bilaterali americano-russe, sotto le presidenze Bush-Putin.
16 giugno 2001. Bush e Putin si incontrano per la prima volta a Lubiana, in Slovenia. Bush pronuncia una frase che ha suscitato critiche: «L’ho guardato negli occhi: è un uomo profondamente devoto al suo Paese e agli interessi nazionali».
dicembre 2001. Gli Usa annunciano che entro sei mesi si ritireranno dal trattato anti-balistico Abm del 1972 per un controverso scudo anti-missile americano in Polonia e Repubblica Ceca. Mosca considera il progetto una minaccia ai suoi interessi strategici.
marzo 2003. Gli Usa invadono l’Irak. La Russia è tra i Paesi contrari a questa guerra.
24 febbraio 2005. A Bratislava duro scontro Bush-Putin sulla democrazia in Russia.
4 maggio 2006. Il vicepresidente Usa Dick Cheney attacca Mosca: «Usa gas e petrolio come arma di manipolazione e di ricatto» .
10 maggio 2006. Putin paragona gli Usa a un «lupo» che pensa solo ai propri bisogn: «Il compagno lupo mangia e non ha intenzione di ascoltare nessuno».