Russia Le fiamme minacciano le raffinerie

Le fiamme che da giorni stanno devastando diverse aree della Russia sono arrivate a minacciare 89 raffinerie di petrolio. A renderlo noto è stato il vice primo ministro di Mosca Igor Sechin, spiegando che gli impianti a rischio non sono dotati di estintori automatici né di sensori per la rilevazione di gas tossici. «Queste raffinerie si trovano nella zona a rischio e pertanto hanno dovuto interrompere le loro attività», ha dichiarato Sechin, aggiungendo che le autorità sono già al lavoro per trasferire tutto il petrolio in luoghi sicuri. Da due giorni, 300 nuovi focolai si sono aggiunti a quelli già divampati nei giorni precedenti in tutto il Paese, portando a 48 il bilancio ufficiale delle vittime.