Il Ruud che viene dalla Cina: «Montella ci farà vincere il derby»

Da una settimana a questa parte, il sito ufficiale della Sampdoria è stato letteralmente preso d'assalto. Sarà il buon precampionato, saranno i successi in Intertoto prima e in Uefa poi, sarà l'ingaggio di Cassano. Sta di fatto che la nuova stagione ha portato nei confronti della società di piazza Borgo Pila una ventata di entusiasmo ed interesse, di cui è giunta eco anche a più di 8mila chilometri di distanza.
Nella Repubblica Popolare Cinese c'è infatti chi di Sampdoria vive e, con altri due amici, tiene in piedi un sito, www.sampdoria.cn, con quasi duemila utenti registrati e centinaia di visitatori al giorno. Viene da Qingdao, 7.311.200 abitanti nella penisola di Shandong, est del paese, ha venticinque anni, si chiama Zhang Ning ed è soprannominato Ruud in onore del «Cervo che esce di foresta» Gullit. Segni particolari: sampdorianissimo. Allora Zhang, qual è la tua opinione e quella dei tifosi blucerchiati cinesi sulla nuova Sampdoria? «Buona, senza ombra di dubbio. Gli arrivi di Cassano e Montella non possono che averci reso felici e ci fanno ben sperare. Crediamo tutti che quella che sta per iniziare possa essere una stagione da sogno. Siamo molto fiduciosi». L'attesa e l'euforia che si respira a Genova ha contagiato pure voi blucerchiati dagli occhi a mandorla? «Direi proprio di sì. Nelle ultime settimane, molti e molti tifosi hanno assaltato e riempito di contatti il nostro sito. Io penso che il “boom” di questo periodo sia dovuto più che altro proprio all'arrivo di due grandi campioni come Cassano e Montella, ma credo che i «fan occasionali» ci metteranno poco a innamorarsi di questi colori, i nostri colori, indipendentemente da chi li indossa. E la colonia doriana in Cina non potrà che aumentare, diventare numericamente sempre più consistente». È l'effetto-Cassano? «Può anche darsi, ma non direi. In realtà, noi tutti riponiamo le maggiori speranze in Vincenzo Montella. Devi sapere che la metà dei cinesi che tifano per il Doria si sono avvicinati ai colori blucerchiati proprio ai tempi in cui Vincenzo segnava valanghe di gol con il nostro numero 9 sulla schiena. Il suo ritorno ci ha fatto tornare indietro, ripensare a vecchie, dolci stagioni. Qui saremmo tutti interessati ad acquistare la sua maglia ma sul sito cinese di Kappa non c'è il modo di farlo. È un vero peccato!». Peccato al quale la società e lo sponsor tecnico potrebbero, in qualche modo, rimediare. Anche perché, in tema di Derby, sentite un po' qua: «Lo attendiamo con ansia - spiega Ruud - ma con altrettanta tranquillità: conosciamo i “cugini” rossoblù e sappiamo che li batteremo due volte su due, rispedendoli in Serie B!». Meritano o no una maglia dell'Aeroplanino?