Rwe in forte calo a Francoforte

I nuovi segnali di allarme che vengono dal Sud-est asiatico, per i timori di un rialzo dei tassi, hanno provocato a Shanghai un crollo degli indici del 4,5%, mentre le Borse Usa ed europee si sono limitate a un atteggiamento più prudente, con avvio negativo per poi recuperare in parte i livelli della vigilia. Partenza «in rosso» per New York, che ha poi annullato le flessioni iniziali. Tra i singoli titoli bene la biotecnologica Gilead (più 5%), mentre in campo tecnologico in calo Imation (meno 11,2%). In Europa forte correzione per il Dax di Francoforte, provocato dai cali di Rwe (meno 4,1%) e Lufhtansa (meno 3,4%). A Parigi realizzati i petroliferi, ma ancora comprata SocGen (più 1%) sui rumors di un interesse da parte di Unicredit. A Stoccolma richieste Nokia (più 3,2%).