Ryanair, avaria a un motore Scatta l'emergenza a Ciampino

Un velivolo partito da Francoforte in difficoltà per uno stormo di uccelli entrato in un motore, l'Enac conferma. L'aereo si è fermato adagiato sul fianco sinistro. Nessun ferito tra i 166 passeggeri

Roma - Atterraggio d’emergenza per un volo Ryanair da Francoforte, poco prima delle 8, all’aeroporto di Ciampino. Sul posto sono scattate le procedure di sicurezza, con i vigili del fuoco. L’atterraggio di emergenza del volo sarebbe avvenuto per il malfunzionamento di un motore, dovuto a uno stormo di uccelli. Sul posto sono scattate tempestivamente, come da procedura, le operazioni di sicurezza con i mezzi di vigili del fuoco schierati sulla pista. Poco dopo le otto, concluso l’atterraggio apparentemente avvenuto senza problemi, hanno cominciato a scendere i passeggeri dall’aeromobile 737-200 dagli scivoli di emergenza.

Nessun ferito Nessuna delle 166 persone che erano a bordo del volo Ryanair che ha compiuto un atterraggio di emergenza a Ciampino sarebbe rimasta ferita e le procedure di evacuazione dall’aereo si sono svolte senza incidenti attraverso gli scivoli d’emergenza e le porte del velivolo. L’aeroporto di Ciampino è comunque chiuso finché l’aereo non sarà rimosso dalla pista. L’ultimo volo ad atterrare all’aeroporto di Ciampino è stato il Ryanair FR 6105 proveniente da Parigi-Charleroi; l’ultimo a decollare il volo della Wizz per Bucarest delle 7.35.

Le cause Secondo una prima ricostruzione, non ufficiale, l’atterraggio di emergenza potrebbe essere stato dovuto a un problema a un carrello: l’aereo sarebbe uscito di pista e successivamente sarebbe rientrato riuscendo a fermarsi adagiato sul fianco sinistro. Attualmente sono in corso le operazioni di travaso del carburante da parte delle squadre di vigili dei fuoco che hanno cosparso tutta la zona attorno al velivolo di schiuma.

Stormo d'uccelli Secondo i passeggeri, però, le cause sono altre. "Ho visto delle fiamme ad un motore mentre eravamo in fase di atterraggio. Ci hanno poi riferito che degli uccelli hanno probabilmente mandato in avaria un motore, appena scesi infatti abbiamo visto il sangue sulle ali". Lo ha detto all’aeroporto di Ciampino Guglielmo Albertini, un ragazzo romano, che era a bordo del volo Ryanair. "A bordo c’è stato del panico, alcune donne hanno urlato ed una si è sentita male per lo spavento. Io ho sbattuto la testa, ma non ho avuto conseguenze - ha aggiunto il ragazzo -. Quando siamo atterrati abbiamo rimbalzato un po' sulla pista e ci hanno detto, una volta scesi, che c’è stato un problema anche a un carrello". "Dopo l’atterraggio - ha riferito Francesco, uno dei giovani schermitori romani rientrati da Francoforte dopo un impegno sportivo - qualcuno ha cercato di aprire un portellone, ma il comandante ci ha ordinato di stare seduti. Quindi solo pochissimi minuti dopo l’atterraggio siamo usciti: una parte è uscita attraverso le scalette, mentre la maggior parte è scesa attraverso lo scivolo. Tutto si è svolto senza problemi e in fretta". "Il pilota è stato veramente bravo, ha frenato subito e ha gestito bene tutta l’operazione. A bordo, per quanto abbiamo potuto constatare c’erano molti passeggeri tedeschi e anche altri italiani" ha aggiunto un altro schermitore, Tommaso.

L'Enac conferma "L’aereo della Ryanair, con 166 passeggeri e 6 membri di equipaggio, dalle prime ricostruzioni, ha ingerito uno stormo di uccelli. È atterrato sul bordo della pista e ha avuto problemi a un carrello. Poi è scivolato lungo la pista fino al termine della stessa ma non ci sono stati particolari problemi per i viaggiatori: solo cinque i contusi. I passeggeri sono stati immediatamente evacuati dall’aereo". Lo ha confermato il direttore Enac dell’aeroporto di Ciampino, Sergio Legnante.