Ryanair, la crescita non conosce soste

Continua la crescita di Ryanair. A settembre, i passeggeri sono stati 3,023 milioni, in crescita del 27% rispetto allo stesso mese del 2004. Nei 12 mesi al 30 settembre 2005, i viaggiatori sono stati 31,61 milioni. Il dato sui passeggeri, precisa la compagnia irlandese low cost in una nota, «rappresenta il numero di posti venduti inclusi quelli non effettivamente utilizzati dai passeggeri: infatti Ryanair è una linea aerea che non rimborsa, e una volta che il volo è partito non è possibile per il passeggero cambiare volo o chiedere un rimborso». Il tasso di riempimento si è confermato stabile all’87% (84%) negli ultimi 12 mesi, mentre le vendite on-line sono scese dal 98% del settembre 2004 al 97% dello scorso mese (98% negli ultimi 12 mesi). Entro la chiusura dell’esercizio - il 31 marzo prossimo - la compagnia si attende un incremento annuo del 27% dei propri passeggeri, a quota 35 milioni, sorpassando così la British Airways. Ryanair sta aprendo una base a Pisa e in Inghilterra, a Nottingham, e ha in programma di avviare questo mese nuove tratte da Bratislava (Slovacchia). Nei giorni scorsi Ryanair aveva diffuso uno studio di Volaregratis secondo il quale durante l’estate un italiano su quattro ha scelto Ryanair per viaggiare. L’Italia è diventata lo scorso anno il secondo mercato per Ryanair, che quest’anno trasporterà 10 milioni di passeggeri da e per l’Italia; la compagnia irlandese è inoltre, per dimensioni di traffico, la seconda operante in Italia.