«Ryanair, sì agli atterraggi notturni»

Ryanair potrà far atterrare i suoi aerei nell’aeroporto di Ciampino anche nelle ore notturne. Solo quelli, però, che subiscono ritardi dovuti ad eventi di forza maggiore, e fino all’esecuzione di una serie di accertamenti acustici. Lo ha deciso la III sezione ter del Tribunale amministrativo regionale del Lazio, presieduta da Francesco Corsaro, che ha accolto la richiesta di sospensiva proposta dalla società low cost contro il provvedimento con il quale l’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac) ha imposto per la stagione invernale e per la prossima stagione estiva la limitazione dei voli sullo scalo romano di Ciampino con la contestuale impossibilità di atterrare dopo le 24 e fino alle sei, fatta eccezione per i voli merci e postali, nonché per quelli di Stato, umanitari e di soccorso. Si attende adesso la fissazione dell’udienza nel corso della quale i giudici entreranno nel merito del ricorso. La compagnia irlandese si è rivolta ai giudici per difendere quello che ha definito il suo diritto a far rientrare di notte i propri aerei di base all’aeroporto di Ciampino.