Ryder Cup, vittoria dell'Europa I Molinari conquistano il trofeo

Affermazione in volata per il Vecchio Continente nella sfida agli Stati Uniti. Decisivo il successo di McDowell su Mahan. Prima il mezzo punto di Edoardo Molinari che pareggia contro Fowler. Francesco, in vantaggio all'inizio, naufraga contro Tiger Woods

Newport - Sembrava tutto facile a metà giornata. Invece l'Europa di Colin Montgomerie suda fino alla buca 17 dell'ultimo match in campo, quello tra Graeme McDowell e Hunter Mahan. Poi arriva il punto decisivo quello del 14,5 che lascia gli Usa a 13,5. L’Europa conquista il trofeo per la 12esima volta.

Dodo pareggia L'ultimo gradino per la squadra del Vecchio Continente a cui Edoardo Molinari aveva regalato il mezzo punto che valeva il 13,5. Solo un pari (il secondo della competizione dopo la sconfitta della prima giornata) nell'incontro di singolo contro Rickie Fowler. Dopo lo strappo dalla buca 8 alla 12, quando l'azzurro ha infilato quattro birdie portandosi a +4, Dodo ha dovuto subire il ritorno del giovane talento statunitense che nelle ultime quattro buche ha infilato altrettanti birdie.

Chicco spaventa Tiger Reduce dalla batosta di ieri nel doppio, Tiger Woods si è riscattato oggi battendo Francesco Molinari nell’ultima giornata e rimettendo in corsa gli Usa. Dopo una partenza sprint dell’italiano, con due birdie alle prime due buche, il numero uno del mondo si è scatenato chiudendo con 9 colpi sotto il par in appena 15 buche. Una prestazione ingiocabile per qualsiasi golfista. Da strpocciarsi gli occhi l'eagle centrato dal fairway alla buca 12. Semplicemente pazzesco.