Sì di Berlusconi, sarà capolista in Comune

Silvio Berlusconi sarà il capolista di Forza Italia alle amministrative del 28 maggio. Una scelta che ricalca quella del 1997 e del 2001, ma che assume un significato nuovo subito dopo l’esito contrastatissimo delle politiche. La decisione diventerà ufficiale la prossima settimana, ma il presidente azzurro ha già assicurato ai commissari cittadini, Luigi Casero e Maurizio Lupi, che correrà in prima persona. Berlusconi sarà anche presente alla manifestazione della Cdl in programma il 7 maggio al Palalido: il premier l’ha annunciato al telefono a Letizia Moratti. È molto probabile che anche Pierferdinando Casini e Umberto Bossi saranno alla testa dell’Udc e della Lega, mentre al momento sembra escluso un coinvolgimento diretto di Gianfranco Fini per An. A questo punto l’obiettivo resta convincere Gabriele Albertini a correre come numero due. «Riteniamo il sindaco una risorsa decisiva» è l’appello di Lupi. Un ruolo di primo piano sarà giocato anche da Tiziana Maiolo, che si candiderà insieme con gli assessori Aldo Brandirali, Giulio Gallera, Guido Manca. Non si presenteranno, invece, Giancarlo Martella, Bruno Simini e Domenico Zampaglione.