Sì della Consob al prospetto per Bnl

Il documento per l’Opa era stato approvato già il 31 agosto, ma erano state chieste integrazioni

da Milano

La Consob ha dato ieri il via libera definitivo alla pubblicazione del prospetto dell’Opa Unipol su Bnl. Le ultime integrazioni sono state presentate dalla compagnia bolognese all’autorità di controllo nella giornata di lunedì, e la commissione ha esaminato nel pomeriggio di ieri le informazioni fornite dando il proprio via libera. Il 31 agosto la Consob aveva autorizzato il prospetto di Unipol per l’Opa chiedendo però integrazioni al documento.
La diffusione del prospetto in forma sintetica è attesa per la giornata di oggi e la sua pubblicazione sui quotidiani domani, quando sarà disponibile il testo completo su Internet. Il via libera alla pubblicazione del prospetto informativo sull’operazione arriva dopo il parere positivo dato dall’Antitrust nei giorni scorsi.
In realtà l’Antitrust era chiamata a dare o no il via libera solo per quanto concerne una possibile concentrazione di mercato nel settore delle polizze vita, visto che con l’Opa Unipol si ritroverà a controllare il 100% di Bnl Vita di cui oggi possiede il 50%. Sul fronte della concorrenza nel settore bancario, infatti, la competenza resta alla Banca d’Italia alla quale l’Antitrust ha comunque fornito un parere richiesto a inizio agosto, come di prassi, da via Nazionale.
Relativamente ai mercati assicurativi, secondo l’Autorità, la concentrazione comporterà esclusivamente il consolidamento a livello di gruppo di una relazione produttiva e distributiva che già si realizza tramite Bnl Vita (società controllata congiuntamente da Bnl e gruppo Unipol, i cui prodotti sono collocati tramite gli sportelli Bnl).
L’Antitrust ha approvato il parere da inviare alla Banca d’Italia: «La limitata incidenza concorrenziale dell’operazione - è la sostanza - non determina effetti di rilievo sui mercati della raccolta e degli impieghi bancari».