Sì dei creditori al piano per il rilancio

Ual, la società che controlla United Airlines, ha annunciato di aver ricevuto l'ok dei creditori al piano di riorganizzazione, che punta a far emergere la compagnia aerea dalla condizione di amministrazione controllata in cui è caduta più di tre anni fa. Si tratta, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, di un passo decisivo, che potrebbe far emergere United Airlines dal Chapter 11 agli inizi del mese di febbraio. I risultati delle votazioni dei creditori sono stati depositati la scorsa settimana presso la corte fallimentare di Chicago, la città in cui Ual ha la propria sede legale. La corte ha fissato per il 18 e il 20 gennaio l'udienza con cui potrebbe dare il via libera al piano di riorganizzazione. Tuttavia, sono ancora molti gli ostacoli che United Airlines potrebbe essere costretta a fronteggiare. Tra questi, l'opposizione da parte degli stessi creditori non garantiti.