Sì dei fondi alla lista Mediobanca

da Milano

Dopo la lista di maggioranza del Tesoro per il cda di Finmeccanica, che ha visto la riconferma alla presidenza di Pier Francesco Guarguaglini, sarebbe stato trovato un accordo per quella di minoranza, con i fondi esteri che dovrebbero aderire a quella proposta da Mediobanca. Lo scrive «La Stampa». Barclays (ha il 2% di Finmeccanica), Fil Limited (2,12%) e Capital Research (2,11%) stanno per dare il loro ok ai quattro nomi indicati dalla banca d’affari milanese: Piergiorgio Alberti e Maurizio De Tilla (presenti già nel cda in scadenza), insieme ai neo entranti Richard Greco (già sottosegretario alla marina Usa) e Andrea Boltho von Hohenbach (professore a Oxford). La conferma da parte del Tesoro di Guarguaglini (che dovrebbe mantenere anche la carica di ad) è stata accompagnata dall’indicazione dei consiglieri Franco Bonferroni, Francesco Parlato, Riccardo Varaldo, Dario Galli, Nicola Squillace e Guido Venturoni.