Sì. Espulsioni e carcere fino a un anno

Se si viene sorpresi sul territorio francese senza documenti (sans papiers), quindi in situazione di immigrati irregolari, si viene denunciati e il prefetto o il pubblico ministero possono rinviare il clandestino davanti al giudice per questo reato. In teoria si può essere condannati a pene detentive fino a un anno e/o a una ammenda e eventualmente a un divieto di rimettere piede nel territorio prima di tre anni massimo. L'espulsione avviene o subito o dopo aver scontato la pena detentiva, salvo se si è minorenni. L'altra possibilità, che è la prassi corrente, è la decisione immediata del magistrato di «riaccompagnamento alla frontiera», quindi senza prima la pena del carcere. Nonostante le critiche, il presidente francese Nicolas Sarkozy ha ribadito di recente che l’immigrazione sarà «scelta» e lo Stato resterà «fermo» contro i clandestini.