S. Fruttuoso aspetta dal 2005 la nuova spiaggia

Immerso nel verde della macchia mediterranea il borgo di San Fruttuoso rappresenta sicuramente un vanto per la riviera e per il Golfo Paradiso, inaccessibile se non via mare o attraverso i sentieri del monte di Portofino, il borgo è rimasto intatto e conservato dalla sua solitudine come una perla lontana da occhi indiscreti.
Purtroppo come spesso succede in Italia parlando di pubblica amministrazione non sempre il valore delle cose è apprezzato e promosso adeguatamente dai nostri amministratori.
La stagione turistica è alle porte e a San Fruttuoso non tira aria buona. La querelle fra gli operatori turistici ed il Comune di Camogli, ruota intorno alla sistemazione della spiaggia prevista dal 2005 e non ancora attuata; i fondi provinciali, circa 300mila euro, sono a disposizione ma i lavori per rimediare ai danni dell’erosione e delle mareggiate sono stati continuamente rimandati e, anche se avrebbero dovuto iniziare dopo le vacanze natalizie, tutt'oggi nessuna attività ha avuto ancora luogo.
Il dott. Dioli del Fai è esterrefatto: «Le condizioni meteo e marine dello scorso inverno, soprattutto dello scorso febbraio, avrebbero potuto essere ottimali per l'intervento in programma, purtroppo sono state ignorate ed i lavori rimandati ad aprile quando a San Fruttuoso saranno numerose le scolaresche in gita che verranno private della spiaggia. Ritengo che questa Amministrazione comunale abbia svolto un pessimo servizio per l'immagine e la ricettività turistica di San Fruttuoso, auspico, in ogni caso che i lavori si concludano entro il ponte di aprile. È stato penoso l'atteggiamento adottato dagli Enti preposti al rilascio delle necessarie autorizzazioni, a partire dal Comune, sino alla Capitaneria di Porto che non hanno trovato meglio da fare che rimpallarsi le rispettive competenze accusandosi reciprocamente sulla responsabilità dei ritardi».
Gabriele Mercurio, assessore al Territorio competente in materia risponde: «I lavori non sono stati eseguiti nei mesi invernali per una scelta tecnica che considerava la possibilità che venissero vanificati dalle mareggiate, si era previsto di iniziare per febbraio, purtroppo mancava l'ordinanza della Capitaneria, ordinanza pervenuta da due settimane. Mare permettendo l'impegno è di far cominciare i lavori ad aprile».
San Fruttuoso attende dunque la sua nuova e sospirata spiaggia, si spera che il Cristo degli Abissi per questa volta chiuda un occhio sulle umane pubbliche inadempienze.