Ségolène Royal: «Gli insegnanti lavorano poco»

Quando mancano pochi giorni alle primarie per la scelta del candidato socialista alle presidenziali del 2007 in Francia circola su internet un video pirata in cui Ségolène Royal - favorita dai sondaggi anche per la corsa all’Eliseo -, accusa gli insegnanti di lavorare troppo poco. In un incontro ad Angers, nella Francia occidentale, del gennaio scorso la Royal spiega che servono «idee rivoluzionarie» per riformare la pubblica istruzione, e che gli insegnanti delle secondarie dovrebbero passare a scuola 35 ore settimanali e non 17 come accade ora. «Non lo dirò troppo forte», afferma nel filmato, ripreso a sua insaputa, «perché non voglio finire impalata dai sindacati». Tuttavia, aggiunge, «è assurdo» che i molti professori nel loro tempo libero diano lezioni private «attraverso società quotate in borsa».