S’impenna il bollo per i motorini I costruttori: una botta al mercato

Il governo vuol far passare un emendamento alla Finanziaria che aumenterà, dal 1° gennaio 2007, il costo del bollo per moto e motorini euro 2 (quelli non «ecologici»), e i costruttori reagiscono. L’Ancma, l’associazione nazionale dei produttori di moto, in un comunicato fa sapere di avere «forti perplessità nei confronti di una Finanziaria che sembra procedere attraverso un’alternanza di annunci che generano confusione e penalizzano i mercati». I costruttori di veicoli a 2 ruote auspicano che «le facilitazioni fiscali previste per i motoveicoli Euro 3 vengano confermate nella stesura definitiva della Finanziaria, estendendole ai ciclomotori di ultima generazione Euro 2». L’effetto dell’emendamento voluto dai Verdi sarebbe un’impennata dei costi. Dal Piaggio Liberty alla Yamaha FZ6 Naked, ecco nella tabella a fianco quanto pagherebbero i 12 modelli di moto più venduti oltre i 50 cc se fosse approvato l’emendamento al decreto fiscale collegato alla Finanziaria. Nella tabella sono riportati i modelli più popolari nel periodo gennaio-settembre 2006, secondo i dati Ancma, i kw di ogni modello e il bollo finale pagato in base alla tariffa attuale, che cambia a seconda della regione di appartenenza. Come esempio sono state prese le città di Roma, Milano e Napoli. Le differenze possono essere notevoli. Per esempio chi ha una Yahama FZ6 e vive a Roma potrebbe pagare circa 30 euro in più, mentre a Milano pagherebbe 1 euro in meno.