S. Lorenzo, corteo di Action contro lo sfratto a un anziano

«Commissario lei è un arrogante e se ne deve andare da questo quartiere. Si vergogni di aver sfrattato un vecchio di 101 anni». Con queste parole pesanti il consigliere comunale indipendente, Nunzio D’Erme, ha dato il via ieri mattina al corteo di Action, partito da via dei Marrucini, che ha attraversato il quartiere di San Lorenzo. La manifestazione è stata organizzata dopo lo sfratto avvenuto ieri mattina nei confronti di un anziano. Il corteo era aperto dallo striscione con la scritta «Roma libera dagli sfratti», portato da un gruppo di donne anziane sfrattate del quartiere.
«Commissario - ha continuato D’Erme rivolto al responsabile del commissariato di polizia di San Lorenzo - deve sapere che a Roma comanda la politica e le forze dell’ordine non stanno al comando del primo che si alza. Ci sono stati casi in cui persino i poliziotti si sono rifiutati di fare il lavoro che lei ha compiuto stamattina. Vi dovete vergognare. In questo Paese, caro commissario, il clima è cambiato e forse lei che è sempre stato dalla parte dei potenti non lo vuole accettare. Auspichiamo che lei se ne vada via da questo quartiere al più presto».
«A San Lorenzo, in realtà, non è stato sfrattato nessun anziano, ma una giovane di 28 anni che viveva in subaffitto e che è frequentatrice della sede di via dei Volsci». A rivelarlo è il consigliere comunale di An Marco Marsilio. «D’Erme insiste a soffiare sul vento dell’illegalità e contro l’operato delle forze dell’ordine che svolgono con rigore il proprio lavoro. Nell’appartamento di via dei Marrucini – sottolinea Marsilio – l’inquilino di 91 anni non vive più da tre anni, trasferito in una casa di riposo, al suo posto la figlia ha subaffittato a una ragazza che frequenta la sede di via dei Volsci, che inevitabilmente è stata sfrattata perché la legge non lo consente. La manifestazione di Action è pertanto solo un pretesto fasullo per insultare e minacciare la polizia cui va la mia solidarietà». «Mi dispiace per le condizioni di salute del sindaco Veltroni – conclude Marsilio – ma è bene che si ponga l’accento ancora una volta sull’alleanza col centrosinistra della lista Arcobaleno, piena zeppa di esponenti dei centri sociali che sono per la maggior parte covi di estremisti che compiono in continuazione atti illeciti, dalle occupazioni abusive a danno dei beni di privati e dello Stato e contro le forze dell’ordine».
In merito a quanto sostenuto da Action e dal consigliere Nunzio D’Erme, la Questura di Roma ha successivamente precisato che «l’anziano di 91 anni (e non 101 come sosteneva Action) era da mesi anagraficamente trasferito a Velletri, presso una struttura medica; inoltre nell’appartamento vi era una giovane donna, non titolata e sconosciuta al proprietario».