Sì al nodo ferroviario genovese

Il pre-Comitato Interministeriale Programmazione Economica (Cipe) ieri pomeriggio ha deciso di proporre nel prossimo Cipe il progetto definitivo del nodo ferroviario di Genova Voltri-Brignole che prevede il quadruplicamento della tratta tra Voltri e Sampierdarena e una nuova galleria tra Principe e Brignole. L’opera, che avrà un costo di 622 milioni di euro, si avvarrà dei finanziamenti del contratto di programma di Rete ferroviaria italiana. È stato inoltre approvato preliminarmente il riassetto dell’accesso portuale di Voltri, e cioè un viadotto stradale tra il casello di Voltri e il porto, per un costo totale di 18 milioni di euro. Infine è stato approvato anche il Piano di ristrutturazione delle grandi stazioni che ricomprende il rifacimento delle stazioni genovesi di Principe e Brignole (in questo caso il costo sarà di oltre 21 milioni di euro), con una richiesta di approfondimento del piano economico-finanziario.
L’approvazione definitiva delle suddette opere avverrà nella prossima riunione del Cipe che è in via di convocazione.
«Esprimo la mia grande soddisfazione per le decisioni assunte oggi dal Cipe - ha commentato ieri il ministro per le attività produttive, on. Claudio Scajola - È la dimostrazione che ancora una volta il Governo Berlusconi ha saputo rispondere alle esigenze della nostra Regione con fatti concreti».
Soddisfazione è stata espressa anche dal sottosegretario Alberto Gagliardi, che fa parte del pre-Cipe, e del senatore Luigi Grillo, presidente della Commissione Trasporti. «È l' ulteriore conferma - ha commentato il senatore - dell' impegno del governo Berlusconi verso la regione Liguria e Genova». «Vorrei che con questa importante approvazione i genovesi capissero quanto il Governo Berlusconi sta effettivamente facendo per la loro città - aggiunge Gagliardi - Infatti questi risultati sono il frutto del lavoro fin qui portato avanti dalla Casa delle Libertà a beneficio di Genova e dei genovesi. Nessuno, quindi, può pensare di appropriarsi di quello che noi abbiamo fatto». E il riferimento alla Regione Liguria è superfluo.
Tra l’altro nella prossima riunione del Cipe verrà inserito anche il finanziamento del Terzo Valico dei Giovi e la linea ferroviaria Genova-Milano.