«That’s Opera», i tesori della Ricordi si mettono in mostra per l’Expo 2015

Anche i manoscritti originali di «Aida» e «Bohème» fra i pezzi forti della rassegna

da Milano

Il pezzo forte è il manoscritto originale di Aida, custodito in una scatola dei tesori. Ma la mostra interattiva e itinerante That’s Opera, ideata da Ricordi in collaborazione con il Comune di Milano e il ministero dei Beni culturali, propone molte altre chicche agli appassionati che potranno visitarla in giro per il mondo, prima tappa Bruxelles (dal 13 novembre) e poi San Pietroburgo, Berlino, Parigi Londra, New York, Tokyo, Shanghai, Pechino per tornare a casa nel gran finale, per l’Expo 2015 di Milano. Colori, suoni, luci, stoffe, computer e megaschermi. L’obiettivo è soddisfare gli esperti di lirica e insieme attirare giovani e pubblico nuovo.
Curatore il musicologo francese Jean-Jacques Nattiez, entusiasta del materiale scovato nell’archivio Ricordi: «È stato come entrare nella caverna di Ali Babà». Sulla scena troveranno posto il manoscritto del libretto della Bohème con le note a margine di Puccini, le porte di Tebe disegnate da Girolamo Magnani per la prima di Aida alla Scala, nel 1872, il bozzetto del costume di Cio-Cio-San per la Butterfly del 1904.
In una specie di videogioco intellettuale, si racconta come nasce un’opera, dalla stesura del libretto alla scrittura della partitura, dal disegno delle scenografie e dei costumi alla rappresentazione finale.
Protagonisti i cinque grandi classici Falstaff, Aida, Bohème, Tosca, Butterfly e due opere contemporanee: il Prometeo di Luigi Nono (del 1984) e Teneke di Fabio Vacchi, che ha debuttato alla Scala nel settembre del 2007. L’architetto Uwe Brueckner ha curato l’allestimento, molto moderno: una serie di cubi, dentro i quali i visitatori si ritroveranno nei laboratori di scenografia di un teatro, nel golfo mistico, sul tavolo di lavoro del compositore o nella soffitta parigina dei giovani protagonisti della Bohème.
La mostra sarà inaugurata il 14 novembre al Tour & Taxis di Bruxelles e rimarrà aperta fino al 30 marzo 2009.