DOPO IL SÌ ALLA REVISIONE

Altolà dei giudici di Caltanissetta a Bruno Contrada. Dopo il sì alla revisione del processo - l’udienza è fissata per lunedì prossimo - la corte d’appello ha detto «no» alla sospensione della pena per l’ex funzionario del Sisde, che sta scontando ai domiciliari una condanna a 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. «Non appaiono elementi idonei», hanno sentenziato, precisando che la fissazione dell’udienza di revisione non implica, tout court, che si faccia realmente la revisione del dibattimento che ha portato alla condanna dell’ex 007, ma solo che ci sarà un approfondito confronto tra le parti a seguito del quale si deciderà se rifare o meno il processo. Di qui il «no» allo stop della pena.