«Sì alla scuola araba, ma vigileremo»

È arrivato ieri il via libera della Direzione scolastica regionale della Lombardia alla riapertura della scuola araba di via Ventura, da mesi ormai al centro delle polemiche. Di conseguenza anche il prefetto, Gian Valerio Lombardi, sempre ieri ha ritirato l’ordinanza con la quale venti giorni fa ha chiesto la chiusura della struttura. A questo punto, tranne novità dell’ultima ora, gli alunni della scuola araba già lunedì potranno riprendere le lezioni. L’autorizzazione a riprendere l’attività scolastica è stata notificata sulla base di un articolo di legge del ’94 che consente l’avvio dell’attività didattica in attesa dell’espletamento di tutte le procedure previste in questi casi. Il direttore scolastico, Mario Dutto, ha spiegato di aver dato il via libera dopo aver verificato che tutta al documentazione richiesta sui programmi, i docenti e i libri di testo, è in ordine. Dutto ha anche chiarito che l’autorizzazione vale per un anno scolastico e che l’attività dell’istituto sarà sottoposta a stretta vigilanza. Grande soddisfazione da parte dei responsabili della scuola: «Abbiamo agito nel pieno rispetto delle regole - ha detto il presidente dell’associazione “Insieme” - e così faremo in futuro. Appena riapriremo, inviteremo il sindaco Moratti a farci visita perché verifichi coi suoi occhi che qui facciamo seriamente».