Sì del Sinn Fein a leader unionista primo ministro

Belfast. L'annuncio è di quelli che sarebbero stati impensabili fino a poco tempo fa. Gerry Adams, leader del Sinn Fein, a lungo considerato il braccio politico dell'Ira, sosterrà il leader protestante Ian Paisley alla guida del governo nord-irlandese. «Anche se lo Sinn Fein si oppone alle politiche del Dup (il partito democratico unionista, ndr) - ha dichiarato ieri Adams in una conferenza stampa a Belfast - riconosciamo il suo mandato elettorale e il diritto del suo leader ad essere il primo ministro in base agli accordi del Venerdì Santo». La formazione cattolico-repubblicana tende dunque una mano a un leader protestante, che continua a rifiutare l'idea di andare al governo con un partito che ha sempre considerato colluso con l’Ira.