Sabato il Concerto di Capodanno della Scuola di Fiesole, diretto da Paszkowski

Al tradizionale appuntamento musicale fiorentino suoneranno 170 giovani musicisti di tre delle cinque orchestre della Scuola di Fiesole. Guidati dalla bacchetta del maestro che si è esibito nel concerto offerto da Napolitano per il quinto anniversario del Papa.

Auguri in musica per il 2011. La Scuola di Fiesole festeggia con il trentesimo Concerto di Capodanno: l'appuntamento è per sabato primo gennaio alle 11:30, nel Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.
E stavolta i 170 giovani saranno diretti da Nicola Paszkowski, il musicista che quest'anno è stato protagonista del concerto per il Vo anniversario del pontificato di Benedetto XVI, offerto dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Il Concerto di Capodanno avrà come protagoniste tre delle cinque orchestre della Scuola: l'Orchestra dei Ragazzi, la Galilei e l'Orchestra Giovanile Italiana.
Un insieme che rappresenta le realtà musicali di tutto il Paese e porta ad esibirsi alcuni fra i migliori allievi dei corsi di perfezionamento, molti dei quali provengono dall'estero e la rendono un'orchestra internazionale nel segno dell'amicizia e della fratellanza fra i popoli.
Questi giovani musicisti si uniranno per dare il proprio augurio in musica a tutti i fiorentini e i turisti che vorranno assistere a quest'evento di cui sono promotori la Regione Toscana e il Comune di Firenze sono, insieme alla Scuola e con il prezioso supporto dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze.
I Solisti di questa edizione si moltiplicano. Ospite illustre sarà Mario Stefano Pietrodarchi, interprete d'eccezione delle composizioni di Astor Piazzolla, vincitore di innumerevoli concorsi internazionali e con all'attivo tournée in Europa, Nord America ed Asia.
Gli altri solisti affronteranno «Violoncelles, vibrez!» di Sollima e saranno Miriam Prandi e Paolo Bonomini, allievi eccellenti di due fra i più grandi interpreti viventi di questo strumento Natalia Gutman e Mario Brunello.
Il programma è un excursus sulla musica dell'Ottocento e del Novecento.
Prima l'Orchestra Giovanile Italiana con l'Orchestra Galilei si esibirà nell' Ouverture dei «Vespri siciliani» di Verdi.
Seguirà la «Marche funèbre d'une marionnette» di Gounod e l' Ouverture di «Il Diavolo fa l'idraulico» di Schubert, interpretatedall'Orchestra dei Ragazzi. «Violentango» e «Oblivion», entrambi di Piazzolla nella trascrizione di Fabio Conocchiella, saranno al centro del programma con solista Pietrodarchi. L'Ouverture dell'Italiana in Algeri di Rossini ci riporterà in Italia per poi affrontare uno dei capolavori di Giovanni Sollima «Violoncelles, vibrez!», un'appassionata ballata per due violoncelli e orchestra.
Il concerto si concluderà con l'esplosione gioiosa di «Malambo», tratto da Estancia di Ginastera.
Da molti anni dirigenti e dipendenti del Maggio Musicale Fiorentino assicurano la loro collaborazione per far riuscire nel migliore dei modi quest'evento, che ormai rappresenta uno degli appuntamenti più tradizionali e apprezzati della vita musicale fiorentina.
Il Concerto verra trasmesso da Rete Toscana Classica giovedì 6, alle ore 10.40 e domenica 30 gennaio alle 18.40.
Gli inviti, fino ad esaurimento, sono a disposizione presso: Alberti, Box Office, Bussotti e Fabbrini, Ceccherini, Checcacci, Data Records, Discoteca Fiorentina, La Fenice, Piccadilly Sound, Ricordi.
Per informazioni: 055/597851 oppure www.scuolamusica.fiesole.fi.it