Sabato il via alla MotoGp C'è la Fiat per Valentino

Presentato stamattina il nuovo sponsor della Yamaha del pesarese sette volte campione del mondo. Il marchio del Lingotto sulle moto della casa del Diapason per due anni: contratto da 5 milioni di euro. Valentino: &quot;Il mio futuro? Non credo in F1... forse c'è la superbike&quot;. <strong><a href="/a.pic1?ID=161656">L'Aprilia Tuono trionfa nella 500 km di Daytona</a></strong>

Milano - Il team Yamaha di Motogp ha ufficializzato l'accordo con la Fiat come sponsor principale. Il contratto sarà di due anni e il team si chiamerà Fiat Yamaha Team. "Per noi è una nuova partenza - dice il direttore del team Davide Brivio - proveremo a rivincere il titolo ed è bello finalmente poter rivelare la nostra nuova livrea e la sponsorizzazione con la Fiat".

Rossi fiducioso "Siamo stati molto veloci in tutte le piste, la moto è competitiva. Negli ultimi due test abbiamo avuto qualche problema con le gomme, speriamo che la Michelin ci dia una mano. Questo è l'unico nodo da sciogliere prima del Qatar". È fiducioso Valentino Rossi a pochi giorni dall'inizio della nuova stagione del Motomondiale, al via venerdì con le prove libere. Il centauro di Tavullia, nel corso della presentazione della stagione della Yamaha, assicura che "siamo tutti molto carichi e concentrati perchè il risultato dell'anno scorso ci ha lasciato l'amaro in bocca, ma si è trasformato in grande motivazione. Penso che saremo molto forti". Rossi non è neppure preoccupato per la tempesta di sabbia che si è abbattuta nelle ultime ore in Qatar: "Questo è un rischio che lì c'è sempre - spiega -. L'ultima volta l'asfalto era in buone condizioni, lì hanno corso in Superbike, secondo me l'asfalto non sarà male». Rossi ha inoltre commentato l'accordo tra la Yamaha e la Fiat, adesso sponsor principale, tanto che il team si chiamerà per due anni Fiat Yamaha: "La Fiat è un grande marchio italiano, siamo tutti molto contenti. Composizione grafica della moto? Ho collaborato e giorno per giorno abbiamo cercato di migliorarla mettendo d'accordo tutti".

E Valentino ha fatto capire che correrà ancora due anni in moto, poi nel suo futuro il campione di Tabullia non vede la Formula 1 ma ancora le due ruote e, forse, una carriera nelle Superbike. "Con i ragazzi della Ferrari ho mantenuto un rapporto molto buono, ma correrò in moto ancora due anni, poi, forse, sarò troppo vecchio per la Formula 1". Rossi, però, non ha voglia di tensione e scherzando replica: «Visto i risultati di Biaggi non escludo di avere, per almeno 15 anni, un futuro in Superbike.