Sabelli non fa volare i pensionati

Pensionati e cassintegrati della vecchia Alitalia premono su quella nuova perché rispetti gli accordi presi nel 2008 a Palazzo Chigi. La divergenza più forte riguarderebbe il mancato assorbimento dei dipendenti in cassa, ai quali sono preferiti, grazie ad escamotage, nuovi assunti. Ma uno degli aspetti più coloriti del contrasto riguarda i biglietti: pensionati e cassintegrati rivendicano i diritti Iata, richiamati nei patti firmati davanti a Gianni Letta, secondo i quali possono ottenere agevolazioni con sconti fino al 90% per viaggiare su tutte le compagnie del mondo. Invece Cai ha cancellato questa possibilità, limitandola alla rete Alitalia-AirOne. Perdipiù gli ex dipendenti con biglietti scontati devono salire a bordo per ultimi, e solo se c’è posto.