La Sabina fa festa al suo extravergine

Una due giorni tra degustazioni di prodotti tipici, mercatini e feste lungo la Strada dell’Olio della Sabina, in questo weekend interamente dedicato all’olio. Comuni, ristoranti, frantoi e agriturismi della zona, invitano a festeggiare insieme l’«olio nuovo dal sapore antico». E poi visite guidate all’impianto oleario per conoscere le tecniche di produzione e imbottigliamento dell’olio dop Sabina. All’interno delle azienda sarà, inoltre, possibile acquistare l’olio dop Sabina, il paté di olive, l’olio limone e altri prodotti legati alla tradizione della Sabina. Dalla raccolta all’imbottigliamento: una passeggiata tra gli ulivi, nelle aziende produttrici, prendendo magari parte alle visite guidata dei frantoi, degustando la tipica bruschetta con l’olio novello extravergine e il vino locale. La visita, su prenotazione telefonica, è gratuita. E poi sagre, proposte di fine settimana in campagna, lezioni sull’olio sabino, fattorie didattiche e laboratori, concerti e mercatini dei prodotti tipici; e ancora menu tipici e convenzioni con i ristoranti della zona. La Sabina offre infatti un mondo di sapori, di gusti e di suggestioni. Il meglio della campagna romana attraverso un’offerta ricchissima di prodotti e servizi di qualità distinti dalla coccarda blu della Camera di Commercio di Roma. Itinerari a tema, escursioni e viaggi lungo le strade del vino e dell’olio, prodotti tipici e ricette della cucina tradizionale romanesca, aziende agrituristiche, fattorie didattiche, parchi e riserve naturali. Di seguito l’elenco di tutti i comuni che aderiscono all’iniziativa e sul sito www.romaincampagna.it in dettaglio tutti i programmi relativi a ciascun paese: Casperia e Castelnuovo di Farfa, Collevecchio e Fara in Sabina, Forano e Magliano Sabina, Marcellina, Monpeo e Montelibretti, Montopoli, Montorio Romano e Morione, Neroli e Palombara Sabina, Poggio Mirteto, Poggio Nativo, Poggio San Lorenzo, San Polo dei Cavalieri, Sant’Angelo Romano, Scandriglia e Selci Sabino.