Sadler raddoppia: da domani un bistrot sotto lo stesso tetto

Claudio Sadler, radici trentine e mezzo secolo di vita milanese, è uno dei più versatili ristoratori maneghini: dopo il trasloco da via Conchetta a via Ascanio Sforza, ha deciso di raddoppiare gli sforzi sotto lo stesso tetto come oltre un lustro fa fece con una seconda insegna da tutt’altra parte di Milano rispetto ai Navigli.
Se prima il bistrot era alla Fiera, ora è sempre lì al 77 di Ascanio Sforza, ma sulla sinistra del portone rispetto al top che se ne sta sulla destra con le cucina che danno sulla via, uno spettacolo per i passanti che si fermano a osservare i cuochi all’opera. Se i prezzi del ristorante frenano molti, quelli della nuova insegna sorridono: sono compresi tra i 5 e i 18 euro.
Il Chic’ Quick, traduzione “elegante e veloce”, telefono 02.89503222, aprirà domani sera, in pratica una prova generale visto che la domenica osserva il turno di chiusura, come il fratello maggiore, e come il fratellone aperto solo la sera, dalle 19 alle 24. Da lunedì il pieno ritmo.
Posto informale, anche da piatto unico, una cucina “semplice” ma dove semplice non è sinonimo di banale visto chi pensa, decide e comanda. In carta nove voci: salumi, tutto crudo, gourmet, insalate, primi, piatti vegetariani, dalla griglia, dessert, formaggi. I vini? Oltre 400 etichette, dai 15 in su.