Sagrantino day domani nel mondo

Domani, 21 aprile, Sagrantino Day, consorziomontefalco.it. Domani, da quella splendida terrazza naturale che è Montefalco, lo sguardo spazierà oltre le dolci colline umbre, oltre le più grandi città italiane, oltre le più prestigiose capitali europee. Perché è tutto il mondo che vorrà conoscerlo. Il Sagrantino? Fino a quindici anni fa un perfetto sconosciuto, uno dei tanti vitigni di provincia, dai modi ruvidi e lo sguardo torvo, ringhiava e scalpitava senza classe. Poi ha sfumato il suo carattere, limato i suoi spigoli, placato la sua rustica violenza. Domani oltre duemila sommelier si renderanno conto che «l'evoluzione» è a buon punto: rimane un rosso esuberante, ma eccellente. Metà mediterraneo e metà continentale, carnoso, tonico, persuasivo. Da non perdere l'annata 2004: l'Arquata di Adanti, il Collepiano di Caprai, il Colleallodole di Francesco Antano. Senza dimenticare Scacciadiavoli, Ruggeri, Rocca di Fabbri, Lungarotti, Antonelli.