Il Sagrato dei Corallini abbraccia i talenti

Presentare un festival di musica classica in questo modo, con una lista, può risultare atipico, inadeguato, forse anche scortese. Ma chiunque, e non solo gli appassionati, leggendo questi nomi potrà riconoscere in essi la forza che sono in grado di evocare: questi musicisti rappresentano, ognuno in modo personale e sublime, il vertice estetico di oltre tre secoli di produzione musicale.
Ecco cosa rappresenta il festival di Cervo che inizia domani sera: il sagrato dei Corallini di Cervo ha avuto l'onore di assistere all'esibizione di ognuno di loro.
Per questo non è sufficiente magnificare in modo tradizionale le qualità di questo Festival, della suggestiva piazza dove si svolge e dell'architettura medioevale che nobilita il campo visivo, perché ogni singola e pur meravigliosa pietra di questo posto è stata sublimata dal passaggio di questi numi della musica classica e da loro è stata resa immortale. Ecco il programma di quest’anno. Domani alle 21.30 Enrico Dindo (violoncello) I Solisti di Pavia (ensemble) presentano Wolfang Amadeus Mozart: Divertimento K 138 Franz Joseph Haydn: Celloconcerto in Do Maggiore Petr Il`Ic Tchaikovsky: Serenata per Archi in Do Maggiore Op. 48. Venerdì 21 Luglio Roberto Cappello (Récital di pianoforte) presenta Wolfgang Amadeus Mozart: Fantasia in Do Minore K 475 W.A. Mozart, F. Liszt: Grande Fantasia di Bravura sulle «Nozze di Figaro» Robert Schumann: Carnaval Op 9. Il programma prosegue martedì 25 luglio in collaborazione con il Lions club Host di Imperia Ensemble De Guitares (C.Passarotti - M. Merlo - F. Calzamiglia) Filippo Gragnani: Trio Op. 12 (allegro, andantino con 3 variazioni e rondò) M. A. Zani De Ferranti: Trio Op. 27 (largo, allegretto) Gioacchino Rossini: Ouverture dal «Barbiere di Siviglia» Luigi Boccherini: Introduction et Fandango Manuel De Falla: Danse du Meunier / La Vie Breve Isaac Albéniz: Bajo de la Palmera / Sevilla George Bizet: Carmen Suite (Aragonaise, Habanera, Seguidilla, Gysy Dance, Entr`acte, Toreadors) .