Al via le sagre della castagna

L’estate si allontana e, percorrendo le strade dell’entroterra, sempre più spesso si vedono sull’asfalto i caratteristici «ricci» che cadono dagli alberi che costeggiano le carreggiate. È tempo di castagne e qua e là spuntano le prime sagre. É il caso di Uscio dove domenica prossima si apre la tradizionale Sagra del Castagnello.
Il programma è intenso. Si comincia alle 10 con la partenza di una corsa podistica per il gran premio del Castagnello. Alle 11,30, dopo una bella scarpinata nel verde, la premiazione. Si suppone che l’attività fisica metta fame. Ecco, allora, alle 12,30 l’apertura degli stand gastronomici.
Per l’occasione viene proposto un menù a prezzo eccezionale. Si parte dal primo, polenta ai tre sughi. Il secondo sono i ripieni della valle del tempo. Si passa quindi al dolce. Il tutto accompagnato da un quarto di vino e da mezzo litro di minerale, al prezzo di 10 euro.
Alle 14, tanto per digerire, iniziano le danze con l’orchestra Primavera. Un’ora dopo, alle 15, saltano fuori gli armigeri, i danzatori e i figuranti del Gruppo Storico «La Medioevale».
Alle 15,30, tempo di merenda, inizia la distribuzione delle caldarroste e del «Castagnello di Uscio».
Alle 16,30 ci sarà l’elezione di Miss Castagnello. Alle 17 avverrà la premiazione della gara «dolci con castagne». C’è un avvertimento: chi vuole concorrere deve portare i dolci alla giuria entro le 15. Da tenere presente che, in caso di pioggia, la manifestazione si svolgerà la domenica successiva. Per informazioni ci si può rivolgere alla Fondazione Caprile Uscio al numero 333.7224671.
Un’altra Sagra dedicata alla castagna avverrà sempre domenica a Sessarego, frazione di Bogliasco. Anche in questo caso sono previsti intervalli gastronomici e altre attrazioni locali che hanno sempre per tema le castagne e i suoi derivati.