Sagre e cowboys protagonisti del fine settimana in Liguria

Tante iniziative all’insegna del divertimento e dei piatti tipici

È «stagione continua» per le sagre estive in Liguria che si ripetono rinnovandosi, per conservare cioè i valori della più genuina tradizione locale della gastronomia e dell’artigianato inserendo di volta in volta elementi di innovazione in grado di interessare - l’ambizione è: conquistare - anche le giovani generazioni. In questo senso, il panorama delle «offerte» è molto ampio, e varia dagli eventi musicali ai giochi, dalle esposizioni di manufatti alle mostre di quadri, dalle gare di cucina a quelle di ballo. Ecco perché, al di là dell’entusiasmo degli esordi - della serie, un po’ troppo limitativa: frittelle e bianco della casa -, le iniziative in corso e in programma in tutta la regione diventano in quasi in tutti i casi veri e propri «eventi» che richiedono una lunga e impegnativa preparazione e organizzazione, beneficiata poi, al momento della realizzazione, dal successo popolare.
Pieve Ligure
Rodeo per adulti e bambini in questo fine settimana nella cittadina del Levante genovese famosa per la sagra della mimosa. La manifestazione di sabato e domenica è dedicata all’epopea dei leggendari cow boys della frontiera americana, «italianizzati» adattandoli alla realtà dei nostri «campioni» in sella a cavalli e tori autentici, ma anche a divertenti simulacri meccanici.
Villa Tassani
Negli ammalianti dintorni di Sestri Levante, ampio spazio da domani a domenica alla 40ª edizione della «Sagra delle lumache», completata da un autentico trionfo di asado, frittura di pesce, «testaieu» e altri piatti tipici liguri. Musica con i Caravel e la partecipazione di Omar, Dina Manfred e Tonya Todisco. Festoso anniversario, dunque, per la sagra della lumaca che torna a «saltare» nel piatto. La sagra nasce nel modo più classico: far conoscere l’antico borgo. All’inizio delle edizioni era destinata ai familiari e a pochi amici, ma col passare del tempo si è sempre più ingrandita sino a varcare i confini della Liguria. Altra tradizione del paese, la Sagra delle rane, che fu istituita fra Settecento e Ottocento, anni in cui a causa dei saccheggi operati dalle truppe del generale Massena, la popolazione locale trovò in questi anfibi, molto comuni negli stagni, l’unica fonte di sostentamento.
Poggio

e San Bernardo
Sempre vicino a Genova, più precisamente sulle verdi alture di Bogliasco le due frazioni propongono nei giorni 4 e 5 luglio la sagra dell’asado e delle lumache, insieme a giochi e intrattenimenti musicali.
Sussisa
Sopra Sori, questo paese immerso nella natura e nel silenzio (ma anche nella frescura particolarmente corroborante in questi giorni di estate canicolare anche in Liguria) propone una due giorni dedicata al patrono San Matteo con stand enogastronomici e giochi per tutti.
Geo di Ceranesi
Terza sagra del raviolo - fatti rigorosamente a mano dalle signore del posto - nella località dell’entroterra genovese, all’ombra della Guardia. Nell’ambito della festa patronale della parrocchia del Santissimo Nome di Gesù, appuntamento definito «da non perdere per trascorrere indimenticabili serate tra balli e piatti tipici genovesi». Ma sarà raviolo e non solo, promettono gli organizzatori. A partire da oggi, alle 21: serata danzante con L’Antico Rione, a fianco di stand gastronomici, aperti dalle 19, con salsicce, focaccette, patatine, bistecche, pizza, panisette. Domani, sempre dalle 21, serata danzante con gli Alchimia Duo, e ancora stand gastronomici. Sabato, serata musicale con Radio Ga Ga e ampia scelta di banchetti. Conclusione domenica con balli «accompagnati» dal Dj del World Dance Liguria e stand gastronomici vari. Tutte le serate si svolgeranno sul campo di calcio di Geo (davanti alla scuola elementare) con larga pedana per danze.
Prà
Acciuga protagonista della sagra oggi dalle 6 e 30 alle 24, nel corso dello svolgimento della «Sagra di San Pietro» dedicata appunto al gustoso pesce azzurro. Ma attenti: vige il divieto di circolazione per tutti i veicoli nelle vie San Remo, Nostra Signora dell’Assunta, San Romolo e via alla Chiesa di Prà. Inoltre è previsto il divieto di sosta e anche di fermata su entrambi i lati della carreggiata, con la sanzione accessoria della rimozione coatta del veicolo per gli inadempienti. Dovrà essere garantito il transito ai mezzi di soccorso in servizio di pronto intervento.
Mele
Due giornate di festa della birra con stand gastronomici che verranno aperti alle 19.30. Specialità da gustare: paella (il sabato), salsiccia, spiedini, crauti, patatine, pasta piccante (la domenica) e una squisita mousse al cioccolato. Quattro i tipi di birra e sangria per accompagnare la paella. Musica dalle 21 e 30, il sabato con Dj Set e il gruppo Fnnetwork e i Divina, band con dance anni Settanta, Ottanta, Novanta. La domenica, dalle 20 e 30, festival della musica con Onde Sonore, associazione di Arenzano. La festa si terrà all’interno di una tensostruttura (e non esiste per nessun motivo che non si faccia, anche in caso di pioggia). Il campo è vicinissimo a un ampio parcheggio gratuito. Parte del ricavato sarà devoluta alla Pubblica Assistenza Croce Verde di Mele per acquistare materiale pediatrico.