«La sai l’ultima?» Chiude lo show di Cuccarini e Boldi

da Milano

Rientro sfortunato per Lorella Cuccarini. Lo show, con cui era riapparsa in video dopo anni di lontananza dalla Tv, verrà soppresso. Per bassi ascolti. La sai l’ultima?, che la soubrette conduce su Canale 5 insieme a Massimo Boldi, andrà in onda per la quarta e ultima volta martedì prossimo. Le puntate avrebbero dovuto essere ben dieci, ma visti i risultati, il vertice Mediaset ha deciso di passare ad altro. La settimana scorsa lo show non è arrivato neppure al 17 per cento di share, molti punti in meno rispetto all’obiettivo di ascolto di Canale 5. Ma, fin dall’inizio, si capiva che c’era poco da scherzare: al debutto le barzellette hanno raggiunto solo il 18 per cento. La passione e la professionalità con cui la Cuccarini ha portato avanti la trasmissione non sono state sufficienti a ridare un po’ di sprint a barzellette loffie e spettacolo noioso. Ora si vedrà che farà la showgirl, visto che con Mediaset aveva un contratto a progetto.
Dopo questi risultati, è lecito porsi una domanda sulla efficacia della linea «classic» scelta dai vertici Mediaset per Canale 5. Show datati (la prima edizione di Lai sai l’ultima? andò in onda nel 1992), che l’ammiraglia Mediaset ha riproposto puntando su una visione «familiare». Peccato però che le barzellette - o almeno quelle proposte - piacciano solo ai bambini. E così, in questa strana Primavera Tv, Canale 5 si trova con programmi che vanno fortissimo come i Cesaroni e Amici e altri che non raggiungono i risultati sperati come Gabbia di matti, il Grande Fratello e i Ris. Probabile un nuovo rimescolamento del palinsesto. Intanto nella settimana di Sanremo (l’ultima di febbraio) lunedì, martedì e sabato andranno in onda film (Il principe e il pirata, La maschera di Zorro, Il Gladiatore) mercoledì (solo per quella settimana) spostato il Gieffe, Ris e Cesaroni inalterati al giovedì e venerdì.
Con La sai l’ultima? siamo già a due show soppressi in questo inizio di stagione 2008: due settimane fa è toccato a Uomo e Gentiluomo, di Raiuno, con Milly Carlucci, che non è arrivato neppure alla terza puntata: in quel caso si trattava di uno show nuovo, non certo innovativo, ma messo su in fretta e male. Conclusione: il pubblico, anche quello vecchietto della tv generalista, non si beve tutto ciò che passa.