Saint Gobain fa impennare Bpb

Giornata convulsa ieri nelle Borse mondiali. Se all’esordio la notizia della rivalutazione della moneta cinese ha rappresentato uno stimolo per le piazze finanziarie, gli incidenti terroristici del pomeriggio a Londra hanno reso più cauti gli operatori. Però a New York gli indici hanno registrato una partenza negativa, influenzata anche dai risultati trimestrali di alcune blue chip: così nel settore farmaceutico Verisign arretra del 16,3%, Merck è in flessione del 3,1% e Medimmune scende del 3,7%. In controtendenza e.Bay che guadagna quasi il 18%. A un’ora dalla chiusura i due indici principali segnavano una perdita di mezzo punto percentuale. Borse in altalena in Europa, scosse solo marginalmente dai nuovi attentati terroristici. A Londra s’impenna Bpb di oltre il 25% all’interesse manifestato da parte della francese Saint Gobain; mentre a Parigi si sta placando l’interesse su Danone (meno 5,2%) per le difficoltà di una possibile scalata di Pepsi.