Saipem si impenna

Piazza Affari ha fatto meglio delle altre Borse europee, con gli indici principali in crescita di oltre mezzo punto percentuale. In ragione d’anno il Mibtel e il Mib storico presentano una performance di oltre il 13%; bene i bancari che crescono intorno al 20%. Il comparto continua a essere al centro di rumors su possibili nuove concentrazioni; ed è proprio tra le «popolari» che si sono realizzati ulteriori rafforzamenti. Interesse anche per i media e in particolare su Mediaset che realizza una performance del 3,5%, e Fiat, con la quotazione, oltre i 14 euro, rafforzata dai dati sulle immatricolazioni in Italia nel mese di ottobre. Gli alti e bassi del greggio hanno accresciuto la volatilità nelle quotazioni dei titoli del comparto, con Eni, Erg e Saras in crescita intorno all’1%, mentre svetta Saipem, che guadagna il 3,6% superando quota 19 euro. Bene anche Enel, in attesa della trimestrale e dell’acconto sul dividendo. In fase di consolidamento i titoli del lusso, che «limano» i progressi realizzati nei giorni scorsi; mentre si risveglia Montefibre (più 3,5%), con le risparmio in crescita del 5%, all’annuncio di una joint venture con il gruppo spagnolo la Seda de Barcelona.