Sala boccia le mense: «Il cibo nelle scuole ora deve migliorare»

Il sindaco: necessario sviluppare il servizio E apre sulla «schiscetta» portata da casa

«Penso che non ci debba essere una chiusura a tutti i costi, il discorso si può senz'altro riaprire». Il «discorso», come ha sintetizzato ieri il sindaco Beppe Sala, è il braccio di ferro in corso da settimane sulla «schiscetta sì, schiscetta no» nelle mense scolastiche. Una telenovela iniziata lo scorso 20 settembre, con la denuncia della mamma di una bambina iscritta alla scuola elementare «Pirelli» mandata a mangiare da sola in classe il panino portato da casa. Si può «senz'altro riaprire il discorso una volta che si sarà insediato il nuovo manager» afferma ora Sala. E «tutti noi siamo coscienti che il servizio di Milano Ristorazione deve migliorare, è necessario». Martedì prossimo scade il bando per il nuovo manager e «ci siamo rivolti informalmente anche ai cacciatori di teste» riferisce.