Sala: «Occhio all’Atalanta»

Emmanuele Gerboni

540 minuti, cioè il pieno assoluto. Sempre in campo. Dal primo al novantesimo. Luigi Sala, c'è anche lui tra quelli che non hanno mai staccato la spina. Nel ristretto club anche Luca Castellazzi, Cristian Zenoni e Angelo Palombo. Protagonista a sorpresa, titolare a pieno diritto. Cambia la difesa della Samp, ma Sala è sempre lì. Qualche metro davanti a Castellazzi. Si sono alternati i compagni di reparto, l'ex atalantino, però, è rimasto sempre al suo posto. «Sono felice di questo, ma l'unica cosa che conta è il risultato della squadra». Anche domenica toccherà a lui. E vicino ci sarà Giulio Falcone: «Giulio ha esperienza da vendere - ammette Sala -, giocare al suo fianco per me è facile perché ha doti complementari alle mie. Anche con Terlizzi però, quando è stato impiegato, mi sono trovato bene. L'importante è scendere in campo e dare tutto, poi decide il mister». Spostiamo l'inquadratura, uno zoom sull'Atalanta di Colantuono. Predica attenzione il difensore doriano, guai a sbagliare l'approccio della partita come ha fatto il Palermo. «I rosanero hanno sottovalutato i bergamaschi, assolutamente non dovremo fare quell'errore. Ma non capiterà, ne sono sicuro. Dobbiamo pensare di incontrare una grande squadra come il Milan, in caso contrario possono nascere insidie fastidiose».
Ieri solita partitella amichevole per la squadra di Walter Novellino che ha affrontato i baby blucerchiati rinforzati Berti, Zivanovic, Parola e Flachi. Il tecnico doriano ha mischiato le carte. Tre le novità, una per reparto. In difesa Sala è stato affiancato da Terlizzi, mentre sulla fascia sinistra di centrocampo è stato provato Olivera al posto di Franceschini. La terza sorpresa della giornata è stata questa, Fabio Bazzani in campo dal primo minuto. Per lui anche un gol (otto a zero il risultato finale per Castellazzi e soci). Semplici prove tecniche oppure un'indicazione significativa? Chissà. Di certo, il doppio impegno ravvicinato (2 gare in tre giorni, mercoledì sbarcherà al Luigi Ferraris la Lazio di Delio Rossi) potrebbe spingere il mister doriano a ritoccare la formazione. Esordio di Bazzani in campionato, ma soprattutto dal primo minuto? Può essere un'ipotesi, le sue condizioni stanno migliorando, ma è più probabile che entri nel corso della partita. Non è escluso, però, che Novellino decida di concedere una chance a Olivera, assegnando un turno di riposo a Franceschini.