Salamanca non «riabilita» Miguel de Unamuno

Lo scontro in atto in Spagna sulla guerra civile ha impedito che il filosofo Miguel de Unamuno fosse riabilitato a Salamanca, reintegrandolo simbolicamente nella sua carica di consigliere del comune da cui venne cacciato nel 1936 dopo uno scontro con il generale franchista Millan Astray. Il Partito Popolare che detiene la maggioranza a Salamanca - dove Unamuno fu rettore della storica università - si è opposto ad una mozione del Partito socialista nel quale si chiedeva l’annullamento della decisione.