Salari, Italia 23esima battuta dalla Grecia

Nella classifica Ocse dei trenta Paesi più industrializzati,
le retribuzioni dei lavoratori del Bel Paese perdono quattro punti.. E tra i paesi europei facciamo meglio solo del Portigallo

Roma - Buste paga leggere per gli italiani. Nella classifica Ocse dei trenta Paesi più industrializzati, le retribuzioni dei lavoratori del Bel Paese scivolano dal 19esimo posto del 2004 al 23esimo posto nel 2006. Ci superano non solo Stati Uniti, Giappone, Germania e Francia, ma anche Spagna, Grecia e Irlanda. Tra i Paesi europei, facciamo meglio solo del Portogallo. Sono questi gli ultimi dati forniti dall’organizzazione parigina.

Nella ricerca Ocse, i salari italiani si attestano a circa 1.350 euro al mese o 16.242 euro l’anno, tredicesima compresa. La busta paga più pesante è quella dei coreani e dei britannici, rispettivamente primi e secondi in classifica, rispetto ai quali un italiano guadagna circa il 42 per cento in meno. Lo stacco rispetto alla retribuzioni tedesche è invece del 23,5 per cento mentre rispetto a quelle francesi è del 17,6 per cento. L’organizzazione di Parigi prende in considerazione le retribuzione nette. Se, invece, si guarda alle retribuzioni lorde, queste risultano in crescita in Italia del 3,2n per cento in linea con il rialzo medio registrato nell’Ue a 15 Paesi del 3,3 per cento.