Saldati i debiti lasciati dalla Ddr Berlino ripiana i conti a 19 anni dalla caduta del Muro

Sono dovuti passare diciannove anni dalla caduta dell’ex Germania dell’Est. Ma ora Berlino è riuscita a saldare quasi completamente i debiti lasciati dalla Ddr. Come rivela il quotidiano Handelsblatt, i debiti della vecchia Repubblica democratica tedesca non superano ormai i 36,3 milioni di euro. In base all’attuale normativa 3,5 miliardi di euro degli utili della Banca centrale confluiscono ogni anno nel bilancio federale; ogni centesimo che supera quella soglia finisce direttamente in uno speciale fondo per l’estinzione dei debiti della Ddr. Creato nel 1995, il fondo accumulava inizialmente debiti per 171 miliardi. Eppure il cancelliere Angela Merkel ha ammesso nei giorni scorsi che il 2009 non sarà un anno facile per i tedeschi. Il capo del governo ha anche detto alla Bundestag, in occasione della presentazione del piano anti-crisi, che la decisione sul secondo pacchetto per contrastare la difficile congiuntura economica è stata per lei la «più difficile» da quando, nel 2005, ha cominciato a guidare il Paese.