Saldi di inizio gennaio,Codacons polemizza:"Andavano anticipati"

A gennaio cominceranno i saldi: in quasi tutte le città italiane il periodo di sconti invernali partirà il 5. E il Codacons fa polemica: "Sarebbero dovuti partire a dicembre"

Aria di Natale ma anche aria di crisi. Anche quest'anno sta per partire la stagione dei saldi e come al solito cominceranno a ridosso della fine delle vacanze natalizie. E scoppia la polemica. Secondo le associazioni dei consumatori le vendite promozionali sarebbero dovute partire prima del 25 dicembre.

A cominciare le svendite sarà Palermo, il 2 gennaio, mentre nella maggior parte delle principali città italiane gli sconti scatteranno il 5 gennaio. Tra queste Milano, Torino, Genova, Venezia, Bologna, Firenze, Ancona e Perugia, insieme a Napoli e Bari, Cagliari e Reggio Calabria. A Roma invece inizieranno con l'Epifania: il 6 gennaio. Ma per tutto il Lazio la data d’inizio dei saldi invernali sarà quasi sicuramente anticipata di 24 ore. Lo ha deciso stamane la commissione Pmi, commercio e artigianato del Consiglio regionale del Lazio, grazie all'unanimità di tutti i presenti. 

Il Codacons subito polemizza: "Far partire i saldi il 5 gennaio è una follia - afferma il presidente dell’associazione Carlo Rienzi - I soldi delle famiglie italiane sono stati già spesi per le feste di Natale, per i regali, e per festeggiare il capodanno, e poco e nulla resterà per gli acquisti durante i saldi". E continua: "Il pessimo andamento delle vendite in questo periodo natalizio, poi, dimostra che avevamo ragione noi: gli sconti di fine stagione andavano anticipati a dicembre, per sostenere il commercio e consentire risparmi ai cittadini".